Le 3 cose di cui tenere conto per confezionare il caffè

  • Home   ⁄  Blog   ⁄ 
  • Le 3 cose di cui tenere conto per confezionare il caffè

Le 3 cose di cui tenere conto per confezionare il caffè

Le fasi più importanti nella vita del caffè sono principalmente 3: la raccolta, la tostatura, il confezionamento del caffè. Oggi vogliamo parlarvi di quest’ultima fase, ossia di come confezionare il caffè al meglio, in modo da conservarne tutti gli aromi fino all’utilizzo del cliente finale.

1- La confezione: quali materiali scegliere
Per quanto riguarda i materiali nel confezionamento del caffè l’utilizzo di alluminio è una scelta obbligata. Ad oggi è infatti l’unico materiale in grado di fornire la barriera necessaria a proteggere gli aromi del caffè tostato, sia macinato che in grani. Questo è necessario in quanto se il caffè venisse a contatto con l’ossigeno sarebbe soggetto all’ossidazione, processo che impoverirebbe la miscela, rendendola rancida ed inutilizzabile. Stessa cosa per la luca del sole, che ne riduce sensibilmente la shelf-life.
La scelta di opzioni per confezionare il caffè è abbondante, si va dai classici barattoli alle confezioni flessibili nei più diversi formati. Queste ultime sono sempre più richieste in quanto a parità di conservazione sono più economiche sia come prezzo unitario che in fase di trasporto.

2- Le macchine per l’imbustamento del caffè: a mano o a macchina, orizzontale o verticale
Terminata la tostatura inizia la fase dell’imbustamento, dove sono importanti i tempi e le modalità del riempimento delle confezioni. Questo processo puo’ essere eseguito in vari modi.
Se si lavora su piccole quantità, è possibile farlo anche manualmente, salvo poi sigillare le buste con una termosigillatrice.
Se si confeziona il caffè in quantità più consistenti invece è consigliabile utilizzare un riempitrice semiautomatica, che permetterà di velocizzare i tempi, regolando quantità e tempistiche in automatico.
Le grandi aziende utilizzano invece macchine completamente automatiche, che si occupano di riempimento, regolazione e sigillatura delle confezioni in maniera automatizzata.

3- La degasazione del caffè: l’importanza della valvola
Puo’ sembrare un dettaglio nel processo di confezionamento del caffè, ma è uno di quei dettagli importanti a cui è meglio prestare attenzione. Il caffè tostato infatti quanto esce dalla tostatrice rilascia una notevole quantità di gas, che rischierebbero di gonfiare la confezione in cui viene inserito. La valvola permette pertanto di rilasciare questi gas ed evitare spiacevoli inconvenienti. Dettaglio importante è che questa valvola è unidirezionale, cioè permette ai gas del caffè di uscire, ma non permette ad ossigeno ed umidità di entrare, cosa che come detto sopra rovinerebbe irrimediabilmente il caffè.

Se vuoi avere maggiori informazioni o chiarimenti su come confezionare il caffè non esitare a scriverci a info@swisspac.it, a questo link puoi’ trovare invece le nostre opzioni per il confezionamento del caffè.

Leave a Reply


Non trovi quello che cercavi? Lascia la tua mail e ci metteremo subito in contatto con te!